Test e caratterizzazione di sistemi ferroviari
Campus Bovisa, Edificio B23
via La Masa, 1 20156 Milano - Italia

Descrizione

Il laboratorio fornisce una serie di strumenti di prova per effettuare test e per la caratterizzazione di vari sottosistemi di un veicolo ferroviario. In particolare, conta dispositivi per test strutturali di carrelli o sotto-componenti (ad esempio telaio, sostegni o sospensioni). Il laboratorio permette, inoltre, che la caratterizzazione degli strumenti di misurazione sia utilizzata per l’omologazione.

Certificazioni

Test accreditati ISO 17025:2005 (Accredia):

  • Test statici e di fatica su carrelli ferroviari, corpi boccola e travi di carico (UNI EN 13749:2011).
  • Misura del coefficiente di attrito tra pantografo e catenaria e misura del tasso di usura per filo catenaria e contatti striscianti pantografo (RFI-DMA-IM.LA\ST TE65).
  • Carichi aerodinamici dovuti a materiale rotabile in campo aperto: carichi aerodinamici su lavoratori a bordo linea, Carichi aerodinamici su passeggeri su banchine e variazione di pressione in campo aperto (STI HS RST 2008, Direttiva 96/48/CE).
  • Fatica a flessione rotante sugli assili (EN 13260).
  • Determinazione dei criteri di accettabilità di traverse ferroviarie in cemento armato vibrato precompresso (RFI TCAR SF AR 03 002 E, parte III (§III.2; III.3, IV.1) + UNI EN 13146-5:2012; EN 13230-2:2016 (E) (escluso §4.5.3, 4.5.4, 4.5.5, 4.6.3, 5)).
  • Determinazione dei criteri di accettabilità di traversoni precompressi per scambi ed incroci in cemento armato vibrato precompresso (RFI TCAR SF AR 03 003 D, parte III (§III.2, III.3; IV.1) + UNI EN 13146-5:2012; EN 13230-4:2016 (E) (escluso §5.5.3, 5.5.4, 6, 7)).
  • Determinazione della resistenza elettrica tra attacchi rotaia montati su traverse (UNI EN 13146-5:2012; EN 13146-5:2012).

Test certificati ISO 9001:2008 (Italcert):

  • Interazione dinamica tra pantografo e catenaria: calibrazione dei sistemi di misura (EN50317, RFI/DI/TC.TE/ST.TE 74D).

Personale accreditato

ISO 9712:

  • ST - Estensimetri: Livello 1 e 2
  • PT - Ispezione liquidi penetranti: Livello 2 e 3
  • MT - Ispezioni particelle magnetiche: Livello 2 e 3

Riferimenti

Alstom, Ansaldo Breda, Ansaldo Breda España, Bombardier, G.E. Transportation System, Lucchini R.S., Balfour Beatty, Furrer Frey, Metropolitane Milanesi, Pantecnica, RFI, ATM, Ferrovie Nord Milano, Trenitalia, ContiTech, MSA, Mermec, Italcertifer, Contact, DB, Faiveley, Shunk, SNCF, Stemmann.

Strumentazione e attrezzature

  • Banco prova carrelli: banco prova riconfigurabile per prove su componenti strutturali ferroviari.
  • Banco sale dinamometriche: caratterizzazione e calibrazione di sale dinamometriche.
  • Banco prova pantografo: sistema hardware in the loop per la caratterizzazione di pantografi strumentati.
  • Banco prova assili: studio della fatica a flessione rotante e propagazione di cricche su assili.
  • Banco prova striscianti: prove su striscianti riproducendo le reali condizioni di esercizio.
  • Test aerodinamici: procedura di prova in linea per lo studio dell’aerodinamica di veicoli ferroviari.
  • Banco prova sospensioni secondarie: simulazione in scala reale delle condizioni di tracciato in curva.
  • Banchi prova traversine ferroviarie: strutture di prova per l’esecuzione di test statici, dinamici, a fatica e di isolamento elettrico.

Attività

Caratterizzazione delle sale dinamometriche

  • Caratterizzazione statica di sale o, più in generale, carrelli strumentati per la misura delle forze di contatto.
  • Reali condizioni al contorno sia al punto di contatto (UIC60 angolo di posa 1/20) che alla boccola (montaggio sul banco prove dell’intero carrello).
  • Misura diretta delle tre component di forze al contatto per ciascuna ruota.
  • Gran varietà di carichi applicabili e loro combinazioni (fino a 150 kN alla ruota in direzione verticale, 40 kN in laterale e 20 kN in longitudinale).

Prove componenti strutturali

  • Esecuzione di test statico, dinamici e di fatica su carrelli ferroviari e/o sui componenti in accordo con la norma EN 13749.
  • Layout riconfigurabile al fine di accogliere tutti I tipi di carrelli attualmente in circolazione su reti ferroviarie, metropolitane e tramviarie.
  • Possibilità di controllare simultaneamente vari attuatori idraulici (fino a 12) con differenti range di carichi applicabili fino a un massimo di 1000 kN.

Prove su striscianti

  • Esecuzione di prove di usura su striscianti riproducendo al meglio le reali condizioni di esercizio.
  • Corrente massima applicabile: 1200 A.
  • Velocità relative massima tra strisciante e catenaria fino a 210 km/h.
  • Riproduzione del raffreddamento dovuto all’aria e dei carichi imposti dalla dinamica del pantografo stesso.

Caratterizzazione pantografi

  • Permette la caratterizzazione di pantografi riproducendo l’interazione dinamica con la catenaria.
  • Possibilità di replicare gli effetti di poligonazione della catenaria e velocità del veicolo.
  • Applicazione separata dei carichi verticali per I due striscianti.
  • Controllo in real-time hardware in the loop per simulare le reali interazioni tra il pantografo in prova e un modello numerico di catenaria.

Fatica a flessione rotante su assili

  • Possibilità di imporre un carico variabile alla sezione centrale dell’assile durante la sua rotazione al fine di riprodurre le condizioni richieste per prove di fatica su assili.
  • Velocità di rotazione massima: 600 rpm.
  • Carico Massimo: 250 kN con la possibilità di imporre uno spettro di carico all’assile.
  • Possibilità di eseguire prove in condizioni ambientali severe per riprodurre gli effetti della corrosione.

Banchi prove traversine e elementi di fissaggio rotaia

  • Banchi prova specifici per esecuzioni di test statici e dinamici nella sezione sotto-rotaia e di mezzeria di traverse ferroviarie con massimo carico applicabile 1000 kN.
  • Banco prova per l’esecuzione di test di isolamento elettrico in condizioni di bagnato.

Brochure del laboratorio