Menu

Prof. Bruno Pizzigoni

Contatti
Telefono: 02.2399.8447
Cellulare: 328.0010419
Fax: 02.2399.8492
Skype: bruno.pizzigoni
E-mail: bruno.pizzigoni(at)polimi.it

Segreteria della Sezione di Meccanica dei Sistemi
Simona Pozzali
Telefono: 02.2399.8494
Fax: 02.2399.8492
E-mail: simona.pozzali(at)polimi.it

Pagina personale del docente sul sito di Ateneo

Nato il 31 marzo 1946 a Milano, professore ordinario di Meccanica Applicata alle Macchine.
Ha conseguito nel 1973 il titolo di dottore in Ingegneria meccanica presso il Politecnico di Milano.
Assistente ordinario dal 1973 al 1983 di Meccanica Applicata alle Macchine presso il Politecnico di Milano e professore incaricato per la stessa materia presso l’Università di Pavia; dal 1983 professore associato di Meccanica Applicata presso l’Università di Pavia; dal 1990 professore straordinario di Meccanica Applicata presso la stessa Università; dal 1993 professore ordinario di Meccanica Applicata presso il Politecnico di Milano in seguito a concorso per trasferimento. È stato direttore del Dipartimento di Meccanica Strutturale dell’Università di Pavia negli anni 1992 e 1993; vice-direttore del Dipartimento di Meccanica per il triennio 1996-1998; coordinatore del Dottorato di Ricerca in Meccanica Applicata del Politecnico di Milano dal 1999 al 2001, anno in cui è stato eletto membro della direzione della Scuola di Dottorato istituita presso lo stesso Politecnico; è stato presidente del CCS d’Ingegneria meccanica presso il Polo di Lecco dal 1998 al 2007. Dal 2007 al 2010 è stato delegato del Rettore del Politecnico di Milano al Campus Sino-Italiano della Tongji University di Shanghai quale responsabile operativo del progetto PoliTong, nell’ambito del quale sono stati attivati corsi di laurea di primo livello in Mechanical and Production Engineering e Information Technology Engineering, in collaborazione con la Tongji University e con il Politecnico di Torino.
Gli interessi di ricerca riguardano principalmente la dinamica dei rotori, la lubrificazione idrodinamica in cuscinetti e tenute e la dinamica di veicoli ferroviari, con particolare riferimento ai problemi del contatto ruota-rotaia e pantografo-catenaria; ha ottenuto finanziamenti CNR ed è stato coordinatore locale e nazionale di programmi del MURST, per ricerche documentate da pubblicazioni apparse in sedi nazionali e internazionali.

To Content