Si è concluso da pochi giorni il progetto di ricerca condotto da DMecc e CRRC (Qingdao Sifang Co., Ltd, il più importante costruttore ferroviario cinese e mondiale), nato con l’obiettivo di realizzare un benchmark tra le maggiori gallerie del vento europee per la stima del rischio di ribaltamento al vento trasversale di treni ad alta velocità. Sotto il coordinamento del gruppo di ricerca del Dipartimento di Meccanica, nel corso di un anno di progetto sono stati eseguiti test su due modelli di treni ad alta velocità in scala 1:15 (il modello di treno di riferimento per l’Italia, ovvero l’ETR500, e il modello di riferimento per la Cina) in tre gallerie del vento europee: GVPM (Milano, Italia), CSTB (Nantes, Francia) e DNW-KKK (Colonia, Germania).

La ricerca sviluppata ha permesso di mettere a confronto le tecniche di misura di forze e pressioni aerodinamiche sui veicoli ferroviari realizzate nelle diverse gallerie e di valutare l’effetto su queste di parametri specifici quali il coefficiente di bloccaggio e il profilo di velocità. La misura dei coefficienti aerodinamici su veicoli ferroviari corrisponde alla prima fase di una metodologia completa, definita in ambito europeo, per la valutazione del rischio di ribaltamento al vento trasversale.

Il gruppo di ricerca del DMecc lavora sul tema della sicurezza al vento trasversale di veicoli ferroviari e stradali da oltre 15 anni e ha partecipato alla redazione delle normative europee per l’interoperabilità e la sicurezza ferroviaria EN 14067 e TSI (Technical Specification for Interoperability) come membro della Commissione del gruppo Aerodinamica.