Dal 25 settembre si stanno svolgendo presso la sede del MIP le sessioni della prima fase dell’Emerging African Innovation Leaders (AfricaInLead), il programma del G7 per lo scambio e lo sviluppo della crescita dell’innovazione fondati sui paradigmi di quella che viene definita la Next Production Revolution (NPR). Il programma AfricaInLead ha come finalità la crescita della prosperità in Africa attraverso l’adozione dei principi della NPR combinando la comprensione delle dinamiche dell’innovazione con l’attenzione all’adozione di soluzioni sostenibili.
I project manager sono il Politecnico di Milano e il Politecnico di Torino con il finanziamento dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. I ventuno partecipanti provengono da Tunisia, Niger, Nigeria, Kenya, Etiopia e Mozambico. Gli specifici argomenti trattati in termini di NPR sono la digitalizzazione, l’energia e la mobilità.
Giovedì 4 ottobre il Dipartimento di Meccanica ha coordinato la sessione relativa alle nuove prospettive per una mobilità sostenibile in Africa. Oratori del Dipartimento di Meccanica sono stati il prof. Stefano Bruni, il prof. Edoardo Sabbioni, l’ing. Michele Vignati e l’ing. Stefano Arrigoni.
Significative le presentazioni e le testimonianze delle aziende che hanno voluto essere parte del progetto: Pirelli & C. S.p.A (dr. Angelo Angileri), Vodafone Italia S.p.A. (dr. Gianluca Stefanini, dr. Alessandro Adamo), SINA S.p.A. (dr. Roberto Arditi), Basco s.r.l. (dr. Antonino Battaglia), E-CO hev Engineering (dr. Paolo Bernardini), Consorzio Poliedra del Politecnico di Milano (prof. Alberto Colorni).