Il Laboratorio interdipartimentale sui sensori a fibra ottica (LAFOS – Fiber Optic Sensors) del Politecnico di Milano è nato nel 2014 su iniziativa di 4 gruppi di ricerca appartenenti a 4 diversi Dipartimenti (Meccanica, Scienze e Tecnologie Aerospaziali, Elettronica Informazione e Bioingegneria, Ingegneria Civile e Ambientale). All'epoca, i quattro gruppi stavano lavorando su applicazioni molto diverse con la stessa tecnologia: sensori a fibra ottica; unirne le competenze tecniche è stata quindi una conseguenza naturale.

Oggi questo laboratorio è una risorsa fondamentale per facilitare lo sviluppo di attività in corso e in fase di progettazione all'interno di questo settore, grazie non solo all’unione sinergica di competenze diverse e molteplici gruppi di ricerca, ma anche alla nuova strumentazione acquisita negli anni. Il laboratorio è stato inizialmente coordinato dal prof. Francesco Ballio (Ingegneria Civile e Ambientale), fino al 2018, ed è attualmente supervisionato dal prof. Mario Martinelli del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria.

Le aree di ricerca che coinvolgono il laboratorio coprono un ampio raggio di settori scientifici e tematiche di ricerca, quali lo studio dell’integrità strutturale di strutture meccaniche e aerospaziali, l’analisi modale, il controllo delle vibrazioni, lo sviluppo di nuove tecnologie di misura e di sensori innovativi a fibra ottica, il monitoraggio di grandi strutture civili, il monitoraggio di fiumi e terreni per inondazioni e frane, il settore dei trasporti e le turbine eoliche.

La strumentazione in dotazione al laboratorio è stata pensata per rispondere a questa ampia varietà di applicazioni, che spaziano dalla necessità di misure distribuite a bassa frequenza per il monitoraggio di grandi strutture a quella di misure puntuali ad altissima frequenza necessarie, ad esempio, nelle prove di impatto. Il laboratorio dispone oggi di un sistema di misura distribuito basato su tecnologia OBR (Optical Backscatter reflectometry), diverse centraline statiche e dinamiche per sensori a fibra di Bragg (FBG), sensori interferometrici coerenti (sviluppati internamente) e un sistema di misura ad altissima frequenza basato su tecnologia FBG con Linear Attenuating Filter.

Attualmente il gruppo di ricerca LAFOS è composto da più di 20 professori, ricercatori e dottorandi distribuiti tra i quattro Dipartimenti, e vanta numerosi risultati di ricerca quali pubblicazioni scientifiche e brevetti. I docenti coinvolti nelle attività di laboratorio, inoltre, sono attivi nella supervisione di numerose tesi di laurea magistrale. Il coinvolgimento del Dipartimento di Meccanica in questo laboratorio interdipartimentale è legato primariamente ad attività di ricerca che vanno dalla fatica e analisi di impatto di strutture composite, monitoraggio di edifici storici, monitoraggio e controllo delle vibrazione, alla misurazione dell'interazione pantografo-catenaria per i veicoli ferroviari.