Nel corso del 2019 il Dipartimento di Meccanica ha ottenuto dall’Unione Europea il finanziamento di 7 nuove posizioni di dottorato di ricerca nell’ambito delle azioni H2020 Marie Sklodowska-Curie ITN (Innovative Training Networks). Il Dipartimento è infatti partner di quattro consorzi finanziati dalla UE in collaborazione con altre università, enti di ricerca e soggetti industriali finalizzati al training universitario e aziendale post-laurea, e al completamento di percorsi di dottorato internazionali e intersettoriali.

Tre posizioni sono riferite al progetto DIGIMAN 4.0 - DIGItal MANufacturing Technologies for Zero-defect Industry 4.0 Production, con il coordinamento per MeccPolimi dei proff. Massimiliano Annoni, Marcello Colledani e Marcello Urgo, e con focus specifico in questi tre ambiti: Tecnologie Industria 4.0 per la definizione automatica delle sequenze di processo e della configurazione di celle produttive; Tecnologie Industria 4.0 a supporto di sistemi cyber-fisici per l’assemblaggio di parti complesse basato su requisiti di qualità nel settore aeronautico; Tecnologie Industria 4.0 a supporto dello scheduling delle operazioni di riparazione di palette di turbine.

ENHAnCE - European training Network in intelligent prognostics and Health mAnagement in Composite structurEs – sotto la supervisione degli ingg. Claudio Sbarufatti e Francesco Cadini, si occuperà di formazione su temi di diagnostica e prognostica di strutture in materiale composito, sulla base di segnali reali da trasduttori a ultrasuoni e sensori di emissione acustica e dati simulati da modelli digital twin, processati da algoritmi di intelligenza artificiale. In quest’ambito sarà bandita una posizione di PhD dal titolo Development of Real-time Model-Enhanced Structural Health Monitoring Systems for Composite Structures.

Il gruppo di ricerca MeccPolimi sull’ingegneria del vento è coinvolto in due diversi progetti MSCA: LIKE - LIdar Knowledge Europe - e STEP4WIND: sotto la guida del prof. Alberto Zasso, LIKE offrirà un percorso di dottorato nell’area del controllo di parchi eolici, dedicato allo sviluppo di tecnologie Lidar-assisted per la mappatura del flusso in Galleria del Vento e in full-scale, finalizzata alla validazione dei modelli di scia e al controllo delle turbine eoliche. Il kick-off del progetto si è tenuto nei giorni scorsi, il 23 Ottobre.

Kick-off previsto nella primavera del 2020, infine, per STEP4WIND: finanziato in ambito EID - European Industrial Doctorate, il progetto propone un focus specifico sulle sfide tecnologiche e imprenditoriali che caratterizzano lo sviluppo di grandi parchi eolici off-shore. I due percorsi di dottorato previsti, supervisionati dal prof. Marco Belloli, saranno dedicati rispettivamente allo sviluppo delle metodologie ibride di prova in bacino oceanico e in galleria del vento, e alla modellazione numerica dei sistemi di ormeggio per turbine eoliche galleggianti off-shore (FOWTs) e parchi eolici galleggianti.